Ricaricare un chakra bloccato

Procedura

Per verificare se uno o più chakra sono bloccati, occorre innanzi tutto testare con il pendolo tutti i singoli centri energetici. Se il centro è bloccato, il pendolo non si muove, perché lì non scorre energia.

Individuazione del chakra bloccato

Avendo individuato dove risiede il blocco, si utilizzerà un pendolo oppure un cristallo a taglio laser, impugnandolo con la mano dominante, tenendo la punta rivolta alla persona da trattare, partendo dal primo chakra.

pulizia con laser

Lo si ruoterà per 21 volte.

Il senso di rotazione sarà:

Primo chakra: antiorario per la donna, orario per l’uomo.

Secondo Chakra: orario per la donna, antiorario per l’uomo.

Si prosegue cambiando alternativamente il senso di rotazione su ogni chakra avendo cura, quando sarà terminato il numero appropriato di rotazioni, di buttare l’energia alle proprie spalle, scaricandola in modo udibile con l’espirazione, per evitare che l’operatore assorba l’energia della persona.

Il cuore si ricarica più lentamente.

Questa operazione consente al contempo di purificare e ricaricare i chakra bloccati.

 un quadrante basico per le risposte del pendolo

Lascia un commento

Devi essere loggato per commentare.